Scroll to top

Antispam


INDIVIDUA LE E-MAIL INDESIDERATE EVITANDO CHE GIUNGANO ALLA CASELLA DI POSTA

Lo spam (o spamming) indica l’invio anche verso indirizzi generici, non verificati o sconosciuti, di messaggi ripetuti ad alta frequenza o a carattere di monotematicità tale da renderli indesiderati (generalmente commerciali o offensivi).

Lo spam è noto anche come posta spazzatura (in inglese junk mail).

Il Servizio antispam individua le e-mail indesiderate evitando che giungano alla casella di posta, utilizzando una combinazione di metodi per stabilire se un determinato messaggio contenga spam, può ad esempio:

  • bloccare la posta proveniente da indirizzi presenti nell’elenco di indirizzi vietati. Può trattarsi di una lista disponibile in commercio oppure locale di indirizzi dai quali in passato è stato spedito spam all’azienda.

  • bloccare le e-mail che contengono determinati indirizzi Web.

  • verificare se la posta provenga da un dominio o un indirizzo Web autentico: gli spammer usano spesso indirizzi fasulli per tentare di eludere i programmi antispam

  • cercare parole o espressioni chiave ricorrenti nei messaggi spam (ad esempio “carta di credito”).

  • ricercare pattern e stratagemmi solitamente utilizzati dagli spammer per mascherare le parole chiave nel messaggio (come “hardc*re p0rn”).

  • ricercare codici HTML superflui, usati spesso per camuffare i messaggi e confondere i programmi antispam.

  • adoperare tutte le informazioni raccolte per stabilire la probabilità che un’e-mail contenga spam. Se la probabilità è abbastanza elevata, può bloccare o eliminare l’e-mail, a seconda delle impostazioni selezionate.

Il software antispam deve essere aggiornato frequentemente con nuove regole, in modo da poter riconoscere le più recenti tecniche utilizzate dagli spammer.

Scrivici per info!